Il Pipistrel Velis Electro è il primo velivolo elettrico ad aver ottenuto la certificazione di conformità dall’Agenzia Europea per la sicurezza aerea.

Nell’era dei velivoli elettrici

Siamo oramai entrati nell’era del trasporto eco sostenibile e il primo importante passo in tal senso è stato certamente segnato dall’attribuzione della TYPE CERTIFICATION, rilasciata per la prima volta ad un velivolo elettrico da parte dell’ EASA.

Il processo di certificazione, che ha avuto inizio tre anni fa, ha raggiunto un importante traguardo il 18 maggio 2020 con la certificazione del  primo motore elettrico: l’ E-811-268MVLC e si è concluso l’11 giugno ponendo una pietra miliare nell’ambito della mobilità ecosostenibile attraverso l’assegnazione del certificato di omologazione.

La mobilità green

Il settore dei trasporti ha da sempre un impatto importante nei confronti dell’ambiente ed è per questo che nel campo della mobilità, soprattutto negli ultimi anni, numerosi sono stati gli sforzi profusi al fine di collaborare per la realizzazione di un sistema sostenibile.

Studi recenti dimostrano che da qui al 2050 l’economia mondiale, per preservare il pianeta, dovrà impiegare in media il 2% del suo PIL in soluzioni innovative per tentare di ridurre il rapporto tra carbonio e idrogeno, grazie a tre elementi fondamentali:

  • fonti rinnovabili;
  • efficienza energetica;
  • nuove tecnologie.

Nel settore aeronautico, sempre di più sono le sperimentazioni relative agli aeromobili a ZERO EMISSIONI.

Eviation Aircraft

La start-up Israeliana Eviation Aircraft sta sviluppando un prototipo elettrico con un’autonomia di 1.200 chilometri e una velocità di crociera fino a 450 km/h, che può accogliere nove passeggeri e due piloti. È lungo 12 metri, con un’apertura alare di 16 e se supererà i test di volo entrerà in servizio commerciale nel 2021.

Zunum Aero e Airbus

La Boeing risponde ad Israele con la start-up Zunum Aero che lavora su un ibrido da 12 posti, mentre Airbus sta realizzando un velivolo elettrico da 4 posti che è in grado di decollare e atterrare in verticale.

Il Pipistrel Velis Electro

Il Pipistrel Velis Electro detiene ad oggi il primato poichè è l’unico velivolo totalmente elettrico omologato. Il direttore esecutivo dell’EASA Patrick Ky ha dichiarato:

“Questo è il primo aereo elettrico che l’EASA ha certificato, ma non sarà certamente l’ultimo, poiché l’industria aeronautica persegue nuove tecnologie per ridurre il rumore e le emissioni e migliorare la sostenibilità dell’aviazione.”

La struttura, a due posti, approvata per l’addestramento dei piloti, è un derivato completamente elettrico del comprovato Virus SW 121. La potenza è data da un sistema elettrico da  345 VCC  costruito intorno batterie ad alte prestazioni (Pipistrel PB345V124E-L collegate in parallelo).

Le due batterie sono  poste rispettivamente nel muso dell’aereo e dietro la cabina. Qualora una delle due presentasse un malfunzionamento, questa si spegnerebbe automaticamente, mentre l’altra sarebbe in grado di supportare la continuazione del volo. Tutti e due i pacchi batterie possono essere ricaricati tramite una porta di ricarica integrata attraverso caricabatterie elettrico.

Il sistema di raffreddamento a liquido è costituito da un radiatore e due pompe ad azionamento elettrico, installate in serie, posizionate dietro il pacco batteria posteriore. Una presa d’aria per il radiatore si trova sul lato sinistro della fusoliera.

Raffreddano la batteria due ventole assiali ad alta potenza.

Rompendo totalmente gli schemi di avvio tradizionali ( attraverso l’utilizzo di quattro interruttori), il Pipistrel si guadagna una posizione totalmente rivoluzionaria nell’ambito dell’aeronautica di domani.

 

 

 


 

 



 

 

 

 

 

Leave a Reply